lunedì 10 agosto 2009

domani si parte, andiamo a vedere cosa c'è nella mia mente

lo confesso, oggi per la prima volta, dopo la fine della solo ho issato issato una vela su Malenkaia. confesso non avevo neanche lavato la randa. oggi all'improvviso questo "cantiere"/camera con vista mare è diventata una barca, una barca da regate d'altura, fatta per l'oceano. l'ho sentita: "Sergio, non mi interassano abiti e gioielli nuovi (ultimamente ho speso cifre folli), non mi interessa che continui a coccolarmi chiusa in porto, voglio correre nel vento con te! ANDIAMO!" all'improvvisono mi sono perso, non riuscivo a capire cosa facevo ancora in banchina, perchè tenevo il mio cuore e la mia mente in mezzo a queste piramidi di cemento. se l'acqua e il cibo fossero stati in barca sarei partito un minuto dopo abbandonando il superfluo in banchina...domani si parte, è vero non ho fatto tutti i lavori che volevo fare, ma si parte. è diventata una necessità, una priorità inderogabile. devo vedere cosa c'è a est della mia mente dopo giorni di solitudine.
Comincio a pensare che il mio cuore galleggi.

Nessun commento:

Posta un commento