giovedì 31 marzo 2011

Bollywood in Oceano

Qualche settimana fa ho chiesto a Marco di montarmi un video. Essendo Marco, piuttosto suscettibile, come lo sono tutti gli artisti, non potevo ingabbiare la sua creatività con troppi vincoli. Ma mi sono raccomandato:: “Ti prego…ti prego Marco, il video deve esaltare forza, coraggio e senso dell’avventura”, risposta: “Sergio....fidati di me!”
Questo è il risultato….






mercoledì 30 marzo 2011

Monogamia

Non ho mai provato sentimenti o attaccamento per un oggetto.
Non comprendevo perchè mi fosse imposto di utilizzare la stessa barca per  la qualifica, per le regate e per la Transat.. Due anni di monogamia imposta, una follia.
Solo ora, dopo anni, dopo le notti nere e tramonti rossi,  dopo i delfini e le planate, dopo le gelosie e le litigate.
Solo ora capisco, sei l’armatura che mi protegge dalla paura, indosso le vele come ali per la mia anima.

mercoledì 23 marzo 2011

Perchè la mia ragazza mi ha lasciato

Questo è il primo post della serie "Perchè la mia ragazza mi ha lasciato", ovvero gli aspetti meno romantici ed edificanti di un navigatore. 
Il titolo del primo scatto è: "il rientro a casa"








PS
...è ironico!





mercoledì 16 marzo 2011

Aggiornamenti dal Leone

Amo questo posto, il Golfo del Leone. Nell’ultima settimana è stato all’altezza della sua fama, bastava uscire poche miglia per trovare 60 nodi e 7 metri di onda. Per avere una idea di cosa sono 60 nodi di vento immaginate di essere seduti sul tetto della vostra auto mentre corre a 120 km. 7 metri d’onda sono quasi una casa di 3 piani, ogni 10 secondi ne arriva una, per ore o giorni. Fortunatamente il meteo funziona e la regata è stata annullata.

Sono contento degli ultimi 2 allenamenti. mercoledi mi sono alzato e ho deciso che almeno per un giorno dovevo salire sulla barca e navigare dimenticando rate leasing arretrate, banche, carte di credito e tutto il resto. Per la prima volta nell’ultimo anno ho pensato solo a me alla barca e al mare, il risultato è stato entusiasmante. Guillome, trainer e amico, stupito dalla performance mi ha preso da parte e mi chiesto cosa fosse successo, quale era il segreto di questo cambiamento. Onestamente non so se prenderlo come un complimento…o devo offendermi!

24 ore non stop di navigazione in solitario, finalmente ho rivisto il cielo stellato dalla mia barca, mi mancava..a proposito ho capito perché si l'hanno chiamata Via Lattea la prima volta che l’ho vista di notte in mezzo al mare…è uno spettacolo per cui non trovo le parole.

I primi skipper si stanno muovendo verso l’Italia per partecipare alla prima corsa italiana: la Arcipelago (http://arcipelago650.blogspot.com/) ,sono fantastiche le barche pronte alla “battaglia”. La mia barca resterà ancora Francia, manca ancora il budget per le regate italiane. ma rimango un inguaribile ottimista.

Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita.

venerdì 4 marzo 2011

Compito in classe: 100 miglia in solitario


dopo una settimana di allenamento e di studio, siamo arrivati al compito in classe. Sabato mattina ore 11 simulazione di regata: 100 miglia in solitario. 24 ore senza dormire, direzione Spagna e ritorno. le condizioni meteo dovrebbero essere stabili e non troppo impegnative. le difficoltà saranno il freddo notturno e la vicinanza con la costa che non permette errori. Sono felice di ripartire con la piccola. un altro piccolo passo verso Bahia...
grazie a te che anche questa notte hai trovato il modo di darmi la forza