mercoledì 16 marzo 2011

Aggiornamenti dal Leone

Amo questo posto, il Golfo del Leone. Nell’ultima settimana è stato all’altezza della sua fama, bastava uscire poche miglia per trovare 60 nodi e 7 metri di onda. Per avere una idea di cosa sono 60 nodi di vento immaginate di essere seduti sul tetto della vostra auto mentre corre a 120 km. 7 metri d’onda sono quasi una casa di 3 piani, ogni 10 secondi ne arriva una, per ore o giorni. Fortunatamente il meteo funziona e la regata è stata annullata.

Sono contento degli ultimi 2 allenamenti. mercoledi mi sono alzato e ho deciso che almeno per un giorno dovevo salire sulla barca e navigare dimenticando rate leasing arretrate, banche, carte di credito e tutto il resto. Per la prima volta nell’ultimo anno ho pensato solo a me alla barca e al mare, il risultato è stato entusiasmante. Guillome, trainer e amico, stupito dalla performance mi ha preso da parte e mi chiesto cosa fosse successo, quale era il segreto di questo cambiamento. Onestamente non so se prenderlo come un complimento…o devo offendermi!

24 ore non stop di navigazione in solitario, finalmente ho rivisto il cielo stellato dalla mia barca, mi mancava..a proposito ho capito perché si l'hanno chiamata Via Lattea la prima volta che l’ho vista di notte in mezzo al mare…è uno spettacolo per cui non trovo le parole.

I primi skipper si stanno muovendo verso l’Italia per partecipare alla prima corsa italiana: la Arcipelago (http://arcipelago650.blogspot.com/) ,sono fantastiche le barche pronte alla “battaglia”. La mia barca resterà ancora Francia, manca ancora il budget per le regate italiane. ma rimango un inguaribile ottimista.

Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita.

Nessun commento:

Posta un commento