lunedì 9 maggio 2011

Allucinazioni

Durante la navigazione in solitario la gestione sonno è una delle problematiche maggiori.
Per questioni di sicurezza, per evitare collisioni con altre imbarcazioni, è impossibile dormire più di 15/20 minuti alla volta. Inoltre durante le competizioni la barca necessita di continue regolazioni per poter andare al massimo. In pratica dormo in cicli di 15 minuti ogni 2 ore e una volta al giorno cerco di fare un sonno di un’ora e mezza risvegliandomi ogni 15 minuti per sorvegliare la barca.  
Questa è la teoria, ma in pratica, a seconda delle condizioni metereologiche, può capitare di non dormire per molte ore. Quando la mente è troppo stanca utilizza dei campanelli di allarme per avvisarci che abbiamo superato il limite, una di questi sono le allucinazioni.
Si dividono principalmente in due tipi: visive e auditive. Personalmente non ho quasi mai sofferto di allucinazioni visive….ok…ok…qualche nave che non esisteva, qualche ombra di forma umana a bordo, ma niente di più. Ci sono persone che parlano con l’equipaggio immaginario. una skipper mi raccontava di avere visto un suo parente vestito in frac che appoggiato all’albero che gli diceva che era troppo stanca per continuare a timonare e gli imponeva di andare a dormire. Gli avvistamenti alieni si sprecano…
Tornando alle mie esperienze io sono specializzato in allucinazioni auditive. Generalmente arrivano la notte dopo 24 o più ore che non dormo. Sono voci, gente che discute, bambini che parlano e cantano. ma quella che mi spaventa di più è la sigla del TG1 di quando ero piccolo!
Le prime volte che accadeva controllavo la radio sicuro di averla lasciata accesa, era spenta... poi cercavo, con preoccupazione, navi nelle vicinanze (è noto che le navi diffondono la sigla del TG1…), ma niente, ero solo nel nulla.  
Oramai ci ho fatto l’abitudine, quando iniziano sorrido e canto la sigla del tg: parapapaaa…parapapaaaaa
La cosa strana è che non posseggo una tv da quasi 10 anni.
Forse mi è rimasto dentro l’odio per la sigla del tg che da piccolo significava la fine della visione dei cartoni animati, perché andavano negli stessi orari del telegiornale, quante litigate nelle famiglie per la contesa della televisione…


(gli occhi nella foto dicono tutto)

1 commento:

  1. Non ho mai provato l'esperienza del sonnellino ogni due ore ma mi pare davvero una tortura...
    A me pero' è capitato, a seguito di 36 ore senza chiudere occhio, inframmezzate da una notte intera di guida (in macchina...) nella bufera, di tremare senza rendermente conto al punto che, ero convinto che il tremore provenisse dalla strada...come se ci fosse una continua vibrazione sul terreno... incredibile!
    Alcune domande: perche' il rischio collisione e' cosi' elevato? non ci sono cicalini o altro, collegabili a sistemi di rilevamento ? e per quanto riguarda le regolazioni, non sarebbe piu' produttivo e profiquo adottarne una media e riposare di piu'? Non penso che "gli alieni" ed il TG aiutino tanto a prendere le decisioni giuste... o no?

    Scusa per le mie osservazioni ma sono rimasto impressionato da quello che hai scritto....
    Stefano

    RispondiElimina