giovedì 21 luglio 2011

News dal Nord

Terminata la regata Mini Max (ultimo requisito formale per l’ammissione a la Transat 6.50) con un bel secondo posto, ho disalberato Malenkaia, l’ho affidata alle sapienti ruote di JeanJacque, trasportatore di fiducia della Piccola. Siamo arrivati il 18 luglio a La Rochelle.
La Rochelle, oltre a essere la località di partenza della Transat 6.50 è anche uno dei luoghi di pellegrinaggio per i navigatori. Essere a La Rochelle, con la propria barca, è un sogno che si realizza: il paese dei balocchi di Pinocchio, il paese delle meraviglie di Alice, la piscina di Hugh Hefner affollata di conigliette, tutto insieme.
Sono 3 giorni che piove continuamente, i metereologi locali stanno studiando la connessione tra la mie sacche, la mia bicicletta e la pioggia. Sistematicamente, tutte le volte che prendo qualche attrezzo dal furgone o che mi alleno in bicicletta…comincia a diluviare. L’avvenimento non è casuale e si ripete almeno 10 volte al giorno.
A parte la meteo, mi aspettano 10 giorni di cantiere, ci sono molti lavori da fare per ottimizzarla e prepararla in configurazione Transat, molto differente dalla configurazione per  corse “normali”.

Vorrei ringraziare il mio team “bolognese”, nel frattempo macina successi uno dietro l’altro. Nei prossimi giorni..importanti novità.

Nessun commento:

Posta un commento