venerdì 30 marzo 2012

- 2 alla partenza


Negli ultimi giorni ci sono stati molti eventi e momenti interessanti: il raduno delle Mustang Club del Uruguay, la premiazione e la presentazione alla stampa, l'incontro con il console italiano e il console slovacco (Marco è di origini slovacche ed è seguitissimo dagli slovacchi). ho incontrato giornalisti, surfisti, registi indipendenti, mafiosi del porto, il direttore del "Paradiso del trapano". ho visto sirene grandi come leoni marini, gente che beveva mate dentro lo zoccolo di un cavallo e tante persone di origini italiane che amano il nostro paese, a volte idealizzandolo. 
Sono finite le gite turistiche, le foto e le strette di mano e si pensa solo alla regata. Meno due giorni alla partenza, prevista per il 2 Aprile alle 15.00 ora locale (20.00 ora italiana). 
Il container con vele, pezzi di ricambio, cibo, è molto in ritardo, arriverà solo sabato mattina. aspettiamo con ansia anche le bombole, necessarie per immergersi e pulire la carena oltre ai disidratati necessari per completare la cambusa.


Le previsioni metereologiche non sono più fantameteo, con alta probabilità faremo tanta bolina (...tanto per cambiare!). Un fronte freddo fortemente attivo ci aspetta prima di Rio de Janeiro. 
Ho voglia di partire. Punta del'Este è bella, ma il bisogno di arrivare nella prossima destinazione è ancora più forte...la testa è già in mezzo al mare. 
L'obbiettivo per i primi giorni è prendere confidenza con la barca, non prendere eccessivi rischi e difendere la posizione acquisita e poi...
Nei prossimi giorni pubblicherò i riferimenti per seguirci in diretta e scriverci. 
Il circo riparte!

Nessun commento:

Posta un commento