venerdì 23 marzo 2012

El Pancho e i leoni


Continuano i preparativi: barca ripulita, whinch revisionati, drizze sostituite, verifiche degli autopiloti e pulizia della carena. quest'ultima operazione non è stata gradita da "El Pancho" che si è presentato come "gestore" unico delle immersioni nel porto, vietando ulteriori immersioni "fai da te"...dopo qualche chiarimento con l'autorità portuale l'allarme è rientrato.
Continua la caccia al cibo: Punta de l'Este è una specie di Montecarlo e i prezzi sono folli, una delle attività più impegnative della giornata è cercare un  nuovo posto per mangiare a un prezzo ragionevole. Da qualche giorno abbiamo trovato un locale dove riusciamo a mangiare panino con la cotoletta e uova oppure pizza a prezzi umani. il posto è frequentato prevalentemente da pescatori locali e noi siamo gli unici stranieri. 
Una notizia di costume: Marco si è fidanzato con Ella a Buenos Aires, ne approfitto per fargli i miei più sinceri auguri.
Oggi arriverà un corteo di Mustang (auto non cavalli) a festeggiarci. il Mustang club Italia è sponsor di Financial Crisis, durante ogni tappa organizza eventi con i club locali. uno ottimo esempio di marketing originale.
Un'altra caratteristica di Punta sono i leoni marini, più grandi di una mucca nuotano intorno alla barca o se ne stanno sdraiaiti al sole e litigano per i posti migliori. la notte invece che sentire i cani abbaiare si sentono i versi dei leoni.
Stiamo studiando la prossima tappa, particolarmente lunga e più piacevole delle precedenti in termini di condizioni meteo
In conclusione, tranne i soliti problemi di budget, tutto sta andando al meglio.

Nessun commento:

Posta un commento