martedì 10 aprile 2012

e-mail dall'atlantico del sud

è passata una settimana dalla partenza di Punta de l'Este.

in questo momento siamo al traverso di Rio de Janeiro, una bella gita per il lunedi di Pasqua...
la regata procede serrata, siamo 3 barche in poche decine di miglia (Cessna è l'unica barca differente dalle altre, di ultima generazione, impossibile tenere il suo passo, a meno che non faccia errori clamorosi). ogni 3 ore riceviamo via satellite le posizioni delle altre barche e facciamo il bilancio di quanto abbiamo guadagnato o perso. 8 volte al giorno elaboriamo il file tramite il software di navigazione, che analizza i tracciati e le performance delle barche e per la seguente ora cerchiamo di capire quale sia la strategia delle altre barche e dove possiamo migliorare la nostra.
sono passato da un ufficio senza finestre a uno galleggiante in mezzo all'oceano.

la barca è fantastica, veloce: gli dai vento e lei corre. provo sensazioni molto diversi dal mini: la piccola è piu ''femmina'', più capricciosa e volubile, il class 40 è piu fredda e calcolatrice, devi sempre prevedere e comportarti in modo metodico.
sto apprezzando i vantaggi della navigazione in doppio, sopratutto durante le manovre, con Marco ci alterniamo in turni di 3 ore, va tutto bene a parte il rapporto di monogamia che lo lega alla sua maglietta dal giorno della partenza!


in questi giorni c'è stata luna piena; la luce della luna piena trasforma il mare di notte in un luogo ospitale e quasi umano. all'alba si celebra uno dei  piu bei spettacoli che abbia mai visto: mentre il sole sorge a est, la luna piena tramonta a ovest, come se nel cielo ci fossero due soli.

Nessun commento:

Posta un commento