domenica 27 maggio 2012

Guai in vista.

Dopo Albert, il primo ciclone tropicale della stagione, succeduto da una settamana di calma piatta, arriva un altro vero guaio. secondo le previsioni delle ultime 24 ore il 30 Maggio dovremo incrociare una intensa depressione, nella foto la previsione.
Si scavera' a partire da domani come "figlia" della depressione attualmente in atto a nord della nostra posizione, nel giro 24 raggiungera' un minimo di 975 hpa, che unito a un gradiente barico (il gradiente barico corrisponde alla pendenza di una montagna) potrebbe generare venti a forza uragano oltre 60 nodi.
Ovviamente non ci possiamo fermare all'autogrill come faremo per una grandinata, ma dobbiamo essere al momento giusto nel posto meno sbagliato. 

Analizzando le previsioni meteo, aggiornate ogni 12 ore, che ci danno la traiettoria della depressione e le performance della barca stiamo cercando di trovare la strategia migliore per minimizzare i rischi e per sfruttare una piccola parte di quella immensa energia a nostro favore.
Come sempre di tratta di un compromesso che deve tenere in conto che siamo in regata, ma anche che non possiamo rischiare di finire nel centro della tempesta perfetta.
Attualmente abbiamo deciso una rotta sud-est che ci dovrebbe portare appena alle spalle della depressione tra 36 ore, sucessivamente la depressione dovrebbe sfilarci davanti per la sua fase piu intensa e pericolosa e contestualmente darci vento intensi ma gestibili per altre 36-48 ore.
Vi terro' aggiornati


Nessun commento:

Posta un commento