mercoledì 11 luglio 2012

ITA 769 in vendita.

Malenkaia (ITA 769) il mini con cui ho condiviso quasi tre anni di vita, con cui ho attraversato l’Oceano e l’equatore, è in vendita.  Tra pochi giorni annuncerò un nuovo e importante progetto che non mi lascerà il tempo per regatare con la piccola. Continuare a vederla in un piazzale di Lorient ad attendermi  mi spezza il cuore...

Cerco un  nuovo armatore che voglia ingaggiarsi in un progetto Transat (non la cedo per farci i giri della domenica o le regate di circolo). La barca è una delle meglio preparate e  accessoriate, cime nuove attrezzatura di coperta nuova, elettronica al top, la migliore pila combustibile con i migliori pannelli, impianto elettrico di standard aereonautico.  Nella prima tappa, fino a quando non ho fatto una scelta tattica azzardata siamo stati entro i primi  5. Bruno Simonet, con un altro D2, ha lottato durante tutta la Transat per le prime posizioni. Purtroppo il cedimento dell’attacco del timone di dritta, non pensato per affrontare giorni e giorni a più di 30 nodi di bolina, non ci ha consentito di ottenere un buon piazzamento in classifica. Questo “mancanza” è stata rimediata con nuovi pezzi ben sovradimensionati. Ma questa è una storia che conoscete…
Il palmares della barca: Secondo posto alla Hexis Cup 2009. Quarto posto al Gran Premio d’Italia del 2010, , a pochi minuti dal podio. Secondo  alla Mini Med del 2011.
La barca è estremamente potente e leggera, imbattibile al traverso, regala emozioni da proto con la sicurezza e solidità di un serie. Di contro, per sfruttarla al massimo, bisogna portarla con sensibilità, l’effetto “sono alla guida di un autobus” peculiarità del Pogo 2 scordatevelo.
Inutile mentire, tutti sanno che le cose belle e di valore si pagano. Malenkaia è bella e oggettivamente di valore, ma sta arrivando una nuova barca e sono disponibile a fare sconto a uno skipper  che abbia un programma serio e che la faccia correre. Valuto anche il noleggio annuale.
Tra qualche giorno pubblicherò l’annuncio sul sito della classe mini, http://classemini.com/. In alternativa scrivetemi a sergio.fratta@gmail.com